La guida Inail per l’utilizzo delle reti di sicurezza contro le cadute dall’alto

Uno dei Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili dell’Inail è dedicato alla scelta, all’utilizzo, al montaggio e smontaggio delle reti di sicurezza. Fanno parte della collana i seguenti volumi:

  1. Ancoraggi
  2. Parapetti provvisori
  3. Ponteggi fissi
  4. Reti di sicurezza
  5. Scale portatili
  6. Sistemi di protezione degli scavi a cielo aperto
  7. Sistemi di protezione individuale dalle cadute
  8. Trabattelli

Reti di sicurezza
Le reti di sicurezza sono dispositivi di protezione collettiva, DPC, utilizzati per favorire la prevenzione agli infortuni correlati al rischio di cadute dall’alto del lavoratore o delle cose nei cantieri. I dispositivi sono costituiti da reti e da intelaiature di sostegno, sostenute da una fune di bordo e da altri elementi di supporto o da una combinazione di questi: è la struttura a rete che permette al lavoratore di ricevere meno sollecitazioni dannose, a causa delle notevoli deformazioni plastiche a cui è assoggettata la rete in caso di caduta, rispetto ad altri sistemi.

Vantaggi
L’adozione delle reti comporta i seguenti vantaggi:

  1. la facilità di posa
  2. le ridotte azioni sul corpo che il lavoratore subisce in caso di caduta
  3. un’ampia mobilità del lavoratore, al di sopra dell’area protetta, per tutte le fasi dell’attività

Tuttavia, non trovano un ampio utilizzo nei cantieri temporanei o mobili del nostro Paese, forse per motivi di tipo culturale o perché sensibili all’invecchiamento (deterioramento delle prestazioni) dovuto ai raggi UV.

Riferimenti normativi
Le reti di protezione non sono esplicitamente previste nel dlgs 81/2008, sebbene per le reti si può fare riferimento all’art. 122 (Ponteggi ed opere provvisionali) del Testo Unico che recita: “nei lavori che sono eseguiti ad un’altezza superiore ai m 2, devono essere adottate, seguendo lo sviluppo dei lavori stessi, adeguate impalcature o ponteggi o idonee opere provvisionali o comunque precauzioni atte ad eliminare i pericoli di caduta di persone e di cose…la rete di sicurezza è senza dubbio una precauzione atte ad eliminare i pericoli di caduta di persone e di cose.”

Destinazione d’uso
Le reti di sicurezza sono DPC che normalmente vengono utilizzate nelle lavorazioni in cui esiste il rischio di caduta dall’alto, ossia nei lavori in quota (attività lavorative che espongono il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore ai 2 m rispetto a un piano stabile).

Classificazione secondo la UNI EN 1263-1: 2015
Le reti di sicurezza sono classificate secondo la UNI EN 1263-1: 2015 in base a due parametri:

  1. per classi (A1, A2, B1, B2), che definiscono le dimensioni della maglia e la resistenza della rete
  2. per sistemi (S, T, U e V), che indicano la tipologia del supporto della rete e la diversa modalità d’impiego

La marcatura
Le reti di sicurezza per essere conformi alla UNI EN 1263-1 devono riportare le seguenti indicazioni:

  1. denominazione
  2. norma di riferimento
  3. sistema
  4. classe
  5. tipologia e dimensioni (in mm) della maglia
  6. dimensioni (in m) della rete
  7. modalità di controllo della produzione

Indicazioni essenziali per la scelta, il montaggio, l’uso e lo smontaggio
In riferimento alla scelta, l’Inail precisa che le reti da adottare in una specifica lavorazione dipendono dai rischi da eliminare e/o ridurre, preventivamente individuati nell’attività di valutazione dei rischi.

Inoltre, per la scelta e il posizionamento delle reti è necessario valutare:

  1. l’altezza di caduta (He , Hi, Hr)
  2. la profondità di raccolta (b)
  3. l’inclinazione del piano di lavoro (maggiore o minore di 20°)
  4. la presenza di ostacoli che intralcino la trattenuta della rete

Prima del montaggio delle reti di sicurezza è necessario verificare:

  1. l’idoneità della struttura di ancoraggio (tipologia del materiale base, dimensioni, spessore)
  2. le condizioni della superficie di lavoro (presenza di ghiaccio, scivolosità)
  3. la presenza di vento
  4. le condizioni atmosferiche
  5. l’applicabilità della procedura o delle istruzioni di montaggio
  6. l’idoneità dei dispositivi di ancoraggio (meccanici, chimici) per l’uso previsto
  7. l’idoneità del Sistema (S, T, U, V) e della Classe (A1, A2, B1, B2) per l’uso previsto
  8. l’integrità di tutti i componenti della rete di sicurezza (materiali e saldature, assenza di corrosione, deformazioni o ammaccature, tagli,
  9. lacerazioni, abrasioni, deterioramento)

Per l’uso della rete di sicurezza è necessario attenersi alle indicazioni del fabbricante; si consiglia, inoltre, di posizionarle il più possibile vicino al piano di lavoro. Prima dello smontaggio della rete di sicurezza è necessario verificare:

  1. le condizioni della superficie di lavoro (presenza di ghiaccio, scivolosità)
  2. la presenza di vento
  3. le condizioni atmosferiche (vento, pioggia ecc.)
  4. l’applicabilità della procedura o delle istruzioni di smontaggio

Dopo lo smontaggio, invece:

  1. l’integrità di tutti i componenti
  2. l’assenza di corrosione
  3. l’assenza di danni ai materiali e alle saldature
  4. l’assenza di deformazioni o ammaccature
  5. l’assenza di tagli, lacerazioni e abrasioni
  6. il deterioramento
  7. lo stato tensionale

Circa la manutenzione della rete di sicurezza, l’Inail precisa che deve essere svolta da parte di personale qualificato. Per i componenti metallici è prevista:

  1. la verifica dello stato superficiale
  2. la verifica dell’usura
  3. la verifica dei danni dovuti alla corrosione
  4. la verifica dello stato delle saldature
  5. la verifica dello stato di viti, perni e bulloni
  6. il serraggio dei bulloni
  7. la verifica del periodo di servizio

Per i componenti in tessuto, invece:

  1. la verifica sulla presenza di tagli
  2. la verifica sulla presenza di abrasioni
  3. la verifica dell’usura
  4. la verifica dei danni dovuti al calore e a sostanze aggressive (acidi, solventi)
  5. la verifica del deterioramento dovuto ai raggi del sole
  6. la verifica dello stato tensionale
  7. la verifica della modifica del colore
  8. la verifica del periodo di servizio

In chiusura, le FAQ ed i riferimenti nel dlgs 81/2008.

Per approfondire l’argomento si rimanda alla lettura della pubblicazione!

 Reti di sicurezza – Quaderni tecnici per cantieri temporanei e mobili

Articoli correlati

Il committente è responsabile solidale per le retribuzioni non pagate
Responsabilità solidale stretta per il committente nei confronti dei lavoratori dei dipendenti dell’appaltatore. Con la sentenza 444/2019, la Suprema corte si è pronunciata sul regime della responsabilità solidale tra appaltatore...
Scopri di più
Addio Sistri, arriva il Registro
Nasce il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti con uno spettro molto più ampio del soppresso Sistri di soggetti obbligati a utilizzarlo e promette la progressiva partecipazione di tutti gli...
Scopri di più
Regole antincendio, via a tappe
Nuove norme sulla sicurezza antincendio in condominio. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 30 del 5 febbraio 2019 del decreto del ministero dell’interno del 25 gennaio 2019 sono infatti...
Scopri di più
Niente privacy se il video in rete serve a informare il pubblico
La registrazione di un video all’interno di una stazione di polizia e la successiva diffusione del filmato su youtube rientrano nella disciplina Ue in materia di trattamento dei dati personali....
Scopri di più
Privacy semplificata per le PMI
Registro privacy semplificato per le piccole e medie imprese. Il Garante per la protezione dei dati personali ha diffuso lo scorso 8 ottobre il vademecum per uno dei principali adempimenti...
Scopri di più
Modelli organizzativi 231 e vigilanza candidati a diventare obbligatori
È stato presentato e assegnato alla commissione giustizia del Senato il disegno di legge 726, che mira a introdurre un’importante modifica al D.Lgs 231/2001 in materia di responsabilità da reato...
Scopri di più
Attività economiche, meno limiti al rumore
La legge di Bilancio 2019 ribalta le consuetudini sulla “tollerabilità” del rumore: il riferimento non sarà più solo l’articolo 844 del Codice civile ma la legge 447/95. Quindi, per esempio...
Scopri di più
Caduta sulla grata, amministratore colpevole per lesioni
L’amministratore che non mantiene la grata di aerazione risponde penalmente della caduta della condomina. Le controversie condominiali spesso riguardano le conseguenze dell’omessa custodia delle parti comuni che l’articolo 1130 del...
Scopri di più
Mud semplificato con rifiuti conferiti a destinatari nazionali
Quest’anno il termine per l’invio del Mud (modello unico di dichiarazione ambientale) relativo ai rifiuti prodotti e gestiti nel 2018 slitta dal 30 aprile al 22 giugno, all’insegna di un’importante...
Scopri di più
Nuova collana Inail “Quaderni tecnici cantieri temporanei o mobili”
È online sul sito Inail una nuova collana di quaderni tecnici per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili. Un serie di opuscoli destinata alle imprese, alle piccole e medie...
Scopri di più
La guida Inail per l’utilizzo delle reti di sicurezza contro le cadute dall’alto
Uno dei Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili dell’Inail è dedicato alla scelta, all’utilizzo, al montaggio e smontaggio delle reti di sicurezza. Fanno parte della collana i seguenti...
Scopri di più
Parapetti provvisori – Quaderno tecnico INAIL 2018
L’adozione dei parapetti provvisori permette di ridurre gli effetti di una possibile caduta dall’alto e ben esprime il concetto di protezione collettiva. La classificazione introdotta dalla norma tecnica di prodotto...
Scopri di più
Inail: i riferimenti normativi e la classificazione dei ponteggi fissi
Ormai l’uso dei ponteggi come opera provvisionale di servizio nelle attività di costruzione è “consolidato e diffuso”. I ponteggi possono essere impiegati “anche come sistemi di protezione collettiva per i...
Scopri di più
Chi può erogare formazione in modalità e-learning?
Il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha formulato istanza di interpello per conoscere il parere di questa Commissione in merito “ai soggetti formatori per corsi per lavoratori in modalità e-learning”. La...
Scopri di più
Linee guida e buone prassi: l’adeguamento delle macchine agricole
In relazione ai tanti rischi correlati all’utilizzo di macchine agricole, abbiamo deciso di raccogliere indicazioni e buone prassi, in grado di migliorare le strategie di prevenzione dei rischi e la...
Scopri di più
Come gestire il primo soccorso nei luoghi di lavoro: la guida Inail
La normativa conferisce al primo soccorso nei luoghi di lavoro un ruolo importante all’interno del sistema di gestione della salute e sicurezza aziendale: in attesa dell’arrivo del soccorso avanzato, il...
Scopri di più
Chi è il datore di lavoro nelle “organizzazioni complesse”
Il tema merita un approfondimento, in quanto trattasi di un soggetto che spesso si considera (erroneamente) di facile individuazione ma che nella pratica, nell’ambito appunto di organizzazioni complesse, non è...
Scopri di più
Condominio: il nuovo obbligo di gestire l’emergenza in caso d’incendio
Se la comunione è una particolare forma di proprietà nella quale ci sono due o più proprietari di uno stesso bene senza parti comuni, si ha un condominio quando oltre...
Scopri di più
Impianti di climatizzazione: i rischi nelle attività di ispezione
Inail ha realizzato un opuscolo sugli "Impianti di climatizzazione: salute e sicurezza nelle attività di ispezione e bonifica" che fornisce informazioni utili a prevenire infortuni e malattie professionali correlabili alle attività di ispezione...
Scopri di più
I sistemi di protezione e di accesso negli scavi
Sono molti i materiali in rete che affrontano il tema della funzione e dell’importanza dell’uso corretto di parapetti, passerelle e scale nel comparto delle costruzioni. Ma spesso l’uso di queste...
Scopri di più

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

cookie policy

Powered by WishList Member - Membership Software

X
X
X